L’operatore logistico Rif Line – tramite il noleggio di due navi – è pronto a sfidare i big del settore: una coraggiosa scommessa italiana che ha generato una forte curiosità tra gli spedizionieri

 

Quelli del post-pandemia sono tempi difficili per gli imprenditori, specie per gli importatori: il costo dei noli marittimi ha ormai raggiunto cifre insostenibili – tra i 12.902 e 13.889 dollari secondo le stime di Freightos Baltic Index – costringendo molti impresari a ripensare la propria azienda. Un disagio poco affrontato che, unito all’aumento del costo delle materie prime, potrebbe portare ad un deciso rallentamento dell’economia, e causato dal vero e proprio oligopolio venutosi a creare nel trasporto marittimo, con pochi player che controllano il 90% del commercio.

Poche le soluzioni prospettate finora dalle istituzioni – italiane ed europee – mirate a risolvere il problema, con la politica che sembra attualmente disinteressata all’evolversi della situazione del trasporto marittimo; tuttavia, il primo aiuto per gli imprenditori potrebbe arrivare da un operatore logistico: è il caso della Rif Line, una casa di spedizioni italiana con la sede principale a Fiumicino, che si è resa protagonista di un’iniziativa coraggiosa. L’azienda guidata da Francesco Isola ha infatti deciso di sfidare i player armatoriali, avviando un collegamento diretto fra i porti di Shanghai e quello di Civitavecchia: il tutto è reso possibile dal noleggio a lungo termine di due navi portacontainer da parte di Rif Line, che effettueranno scali con una frequenza almeno quindicinale il Roma Terminal Container.

La prima nave, la Iberian Express – di proprietà del gruppo olandese Vroon – propone una capacità nominale di 1.118 TEU, mentre la seconda – dal nome Cape Flores e di proprietà del gruppo Schoeller Holdings Ltd di Cipro – vanta una capacità di 1.221 TEU. Quello che contraddistingue l’iniziativa della Rif Line – al netto dell’offerta – sono le tempistiche: avvalendosi di un servizio di trasporto marittimo diretto e senza scali, il tempo di consegna previsto è inferiore a due settimane, contro gli oltre venti giorni necessari ai principali carrier globali.

L’azienda può vantare una fitta rete di sedi in Italia, a cui si allineano importanti centri di riferimento come Turchia, Bangladesh, Cina, Giappone, Sri Lanka e Myanmar. Un’iniziativa quella della Rif Line che ha già incuriosito i vari spedizionieri e sul quale sono attesi ulteriori sviluppi nei prossimi mesi.

6 Comments

  1. graliontorile 03/14/2022 alle 09:50

    Whats Happening i am new to this, I stumbled upon this I have discovered It positively helpful and it has aided me out loads. I’m hoping to contribute & aid other users like its aided me. Great job.

  2. Fresh SEO Winnipeg 03/18/2022 alle 04:15

    I’ve been surfing on-line more than three hours as of late, yet I by no means discovered any interesting article like yours. It is pretty worth sufficient for me. In my view, if all webmasters and bloggers made excellent content material as you did, the net will be a lot more helpful than ever before.

  3. zomenoferidov 03/21/2022 alle 07:12

    Some really interesting information, well written and broadly user friendly.

  4. gralion torile 05/11/2022 alle 09:01

    I am constantly browsing online for tips that can benefit me. Thanks!

  5. Maynard Flitsch 05/22/2022 alle 18:40

    You could definitely see your skills within the work you write. The arena hopes for even more passionate writers like you who are not afraid to say how they believe. All the time follow your heart. “We are near waking when we dream we are dreaming.” by Friedrich von Hardenberg Novalis.

  6. zorivare worilon 06/30/2022 alle 16:02

    Nice read, I just passed this onto a colleague who was doing a little research on that. And he actually bought me lunch since I found it for him smile So let me rephrase that: Thanks for lunch!

Lascia un commento

Seguici su Facebook per restare sempre aggiornato!

Condividi

Chi siamo
Come associarsi